Borsa A Mano Marc Ellis Donna Acquista online su

XpFQmI2dg2
Borsa A Mano Marc Ellis Donna - Acquista online su
  • Prodotto in Italia
    Prodotto di provenienza italiana, sinonimo di qualità e creatività.
  • COMPOSIZIONE
    Pelle
  • DETTAGLI
    media, pelle martellata, logo, nappine, tinta unita basic, zip, doppio manico, tracolla removibile, tracolla in pelle, interno foderato, fondo con piedini, contiene parti non tessili di origine animale, doctor bag
  • MISURE
    Profondità 14 cm, Altezza 28 cm, Lunghezza del manico 35 cm, Larghezza 31 cm
Ortopedia Gomiero
Profilo utente

Officina Ortopedica Gomiero s.r.l.

Via Falloppio, 57 - 35121 Padova +39 049 8225100 [email protected]

dal Lunedì al Sabato: 9:00 - 12:30 / 15:00 - 19:00

EN

DE

Scarpe da uomo Unisa INER Ciabattine

HOME

SERVIZI

Bustina Fendi Donna Acquista online su

REFERENZE

CONTATTI

TRADUTTORE E

INTERPRETE

Italiano - Tedesco - Inglese

I confini della mia lingua sono i confini del mio mondo.

Ludwig Wittgenstein

SERVIZI

TRADUZIONI

INTERPRETARIATO

ULTERIORI

Economia e finanza

PR e marketing

Viticoltura ed enologia

Traduzioni giurate

Consecutiva e trattativa per incontri

di affari, fiere, congressi, ecc.

Interpretariato notarile

e in tribunale

Lettorato e revisione

Lezioni private di

lingua

Scarpe da uomo Puma FIERCE CORE Scarpe da fitness

>>

>>

SU DI ME

Le lingue straniere mi hanno affascinato sin da quando ero bambino. Nel corso degli anni questa mia passione si è trasformata nel desiderio e nell'aspirazione di farne una professione. Per questo ho deciso di intraprendere la strada della traduzione e dell’ interpretariato , sempre con l’ obiettivo primo di poter agire da ponte tra persone e culture diverse.

Nato e cresciuto in Italia, vivo in Germania dal 2010. Attualmente sono residente a Berlino , dove, dal settembre 2015, esercito la professione di traduttore e interprete libero professionista nelle lingue italiano (madrelingua), tedesco e inglese.

Nell’ aprile 2016 ho effettuato il giuramento come traduttore e interprete (tedesco-italiano) presso il Tribunale di Berlino.

Dal maggio 2016 sono socio dell’ Associazione tedesca Interpreti e Traduttori (BDÜ).

Per esercitare al meglio la mia professione, oltre alla formazione e all’esperienza pluriennale, sono fondamentali un aggiornamento e un approfondimento costanti delle conoscenze tecniche e pratiche . A questo proposito, partecipo regolarmente a corsi di formazione (la maggior parte dei quali sono organizzati dall’Associazione tedesca Interpreti e Traduttori, BDÜ) e a incontri e conferenze con clienti e colleghi.

IL MIO PERCORSO FORMATIVO

2012 - 2014

2008 - 2010

SDI (Istituto per Interpreti e Traduttori)

Monaco di Baviera, Germania

Laurea in Traduzione

Tesi: "Evoluzione della comunicazione

interna aziendale presso il gruppo bancario

UniCredit"

SDI (Istituto per Interpreti e Traduttori)

Monaco di Baviera, Germania

Esame di Stato per Interpreti e Traduttori

Lingue: tedesco < > italiano

Campo di specializzazione: economia e finanza

Civica Scuola Interpreti e Traduttori

Milano

Traduzione scritta e interpretariato nelle

combinazioni linguistiche italiano-tedesco e

italiano-inglese. Discipline integrative:

economia, politica, diritto, letteratura

REFERENZE

Cosa dicono i miei clienti

«Herr Mauri war für uns als Dolmetscher bei einer gewerkschaftlichen Bildungsreise unseres Landesbezirksjugendvorstandes tätig. Wir waren mit Herrn Mauri über alle Maßen zufrieden. Er war offensichtlich hervorragend vorbereitet, bot sich nicht nur der Gruppenleitung, sondern der ganzen Gruppe als präsenter und freundlicher Ansprechpartner an und agierte, trotz unterschiedlichster Anforderungen, in aller höchstem Maße professionell. Über die Sprachkenntnisse hinaus war Herr Mauri in der Lage neben den Inhalten auch Emotionen, welche zum Verständnis des gesagten erforderlich waren, zu transportieren und bereicherte unsere Veranstaltung hierdurch immens. Wir bedanken uns sehr herzlich bei ihm für seinen Einsatz und können ihn nur uneingeschränkt weiter empfehlen. Wir würden ihn auf jeden Fall jederzeit wieder buchen.»

Ben Pulz

Gewerkschaftssekretär bei ver.di

«Daniele ha una perfetta conoscenza della lingua tedesca e, alle sue competenze, aggiunge grande disponibilità e professionalità. Per la produzione del programma televisivo "Frontiere", ha supportato e aiutato l'intera troupe in Germania, contattando gli ospiti tedeschi, instaurando un buon rapporto con tutti loro, fornendo una traduzione simultanea delle interviste e e aiutando la troupe a risolvere piccoli problemi riscontrati sui set.»

Federica Ricca

Assistente ai programmi presso Rai - Radiotelevisione Italiana Spa

«During his six months at UniCredit CIB Communications, Daniele autonomously worked on internal and client communications in German, English and Italian. Given the international environment of UniCredit, Daniele’s skills were also essential for translating business news, press releases, pitching presentations, brochures and other marketing materials from English and German into Italian and vice versa. If I had to describe Daniele with two adjectives, I would probably use "internationally minded" and "talented". Working with Daniele means relying on a talented professional who works with passion and delivers excellent results.»

Renée Schneider

Deputy Head of UniCredit CIB Communications

«Herr Daniele Mauri wurde uns anlässlich der Modemesse Panorama am 19.01.2016 von der Messeleitung als Dolmetscher vermittelt. Er moderierte hier als Simultanübersetzer zwischen unserem deutschen Vertriebsleiter und fünf italienische Agenten. Sowohl die textilen Sachverhalte wie auch die ruhige Führung der Verhandlungen in bester Sprachkenntnis führten zu einem erfolgreichen, zielführenden Gespräch, das sachlich und im zeitlichen Rahmen geführt werden konnte.

Wir können Herrn Mauri nur bestens als Übersetzer Deutsch-Italienisch empfehlen und werden seine Dienste gern wieder in Anspruch nehmen.»

Oliver Mill

Gebr. Weis GmbH

«Herr Mauri hat hervorragende Arbeit bei der Übersetzung meiner Unterlagen und weit über den Auftrag hinaus Unterstützung bei der Abwicklung der zusammenzustellenden Dokumente und Botschaftsgänge geleistet.

Überdurchschnittliche Arbeit mit hohem Engagement.

Ich kann Ihn mit bestem Gewissen jedem empfehlen, der beglaubigte Unterlagen für die

italienische Botschaft oder generelle Übersetzungen in die italienische Sprache benötigt.»

Tim Fischer

CONTATTI

Non esitate a contattarmi per informazioni o per un preventivo non vincolante.

Wildenbruchstraße 85

12045 Berlino

0049 (0)176 32831642

[email protected]

dan.mauri

IMPRESSUM

­

La più grande epurazione della storia italica

Di 06/03/2018 No tags Permalink 9

Neppure Benito Mussolini era giunto a tanto. In una fredda domenica d’inverno tre italiani su quattro, semplicemente barrando una scheda, hanno fatto la più grande epurazione di classe dirigente di tutti i tempi. Per costoro peggio di una guerra persa. Spazzate via tutte le sfumature di rosso (la crème de la crème delle élite si è barricata nella loro ultima ridotta, Milano Centro, ora Stalingrado 2.0), cancellate parte delle sfumature di azzurro, annullati salotti, terrazze, spiagge esclusive, colpite da una Bolkestein leghista di ritorno.

Assisto, stupefatto, a un affannoso riposizionamento di politici, di economisti, di , di media, di giornalisti, di , e, giù per li rami, tutti i di ogni ordine e grado, servitù compresa. Temo che per alcuni sia tardi, specie quelli che non sapranno rimuovere in fretta il principio di realtà. Chi di noi aveva detto in occasione dell’elezione di Trump: “Che ne sarà dei media se non sapranno condizionare l’opinione dei cittadini”?

Facile prevedere, come ho fatto in tempi non sospetti, che avrebbero vinto i “giovani” ( Luigi Di Maio , Matteo Salvini , Giorgia Meloni ), e perso, rovinosamente, i “vecchi” ( Matteo Renzi , Pietro Grasso , Emma Bonino ) e il “grande vecchio”, Silvio Berlusconi . I migranti hanno, per prudenza, preferito non partire dalla Libia rimanendo acquartierati nei campi Onu, Marco Minniti , incredibile ma vero, abbattuto a Pesaro, Paolo Gentiloni surgelato nella Roma papalina, Monsignor Galantino agli esercizi spirituali in qualche convento, le navi Ong in rotta verso i cantieri del Nord, per una manutenzione straordinaria, tombale il silenzio di George Soros.

Il tripolarismo si è sgonfiato, come neve senza sole, siamo tornati a un nuovo bipolarismo, però con due attori nuovi di zecca, Di Maio e Salvini .

Rientrati nell’oblio, e subito diventati desueti, termini tolti dalla polvere della storia, come fascismo, razzismo, xenofobia e, incredibile ma vero, il mitico populismo. Questo è tornato al suo significato autentico: volontà popolare. Spazzate via le fake news istituzionali e gli hacker, troll, bot di Vladimir Putin . Noi elettori non abbiamo avuto bisogno di aiutini di spie venute dal freddo per decidere. Ma il vero grande sconfitto è il modello elitario che ci sta dominando da un paio di decenni. Il compito immane dei vincitori sarà riportare al centro del mondo il lavoro (i consumatori dovranno tornare a un ruolo ancillare dei lavoratori), la vita vera esaltata in luogo dello stile di vita, messa a cuccia la globalizzazione selvaggia, ritornare al pieno impiego, unica modalità che ci allontana dal disagio, economico e psichico.

I veri vincitori sono stati gli italiani, hanno fatto una scelta secca, al limite del cinismo, come solo il popolo sa fa fare negli appuntamenti con la storia, mi ha ricordato il 18 aprile del 1948. Tutto il Nord, ricco, europeo, “digitale”, a Matteo Salvini e a Giorgia Meloni , tutto il Sud, povero, “analogico”, a Luigi Di Maio . Toccherà a Di Maio e a Salvini trovare la quadra, nessuno può governare senza tener conto dell’altro, devono disegnare una nuova Italia, capace di fondere queste culture e interessi, sia del Nord sia del Sud.

E gli altri, compreso l’establishment, che fine faranno? Mi ricordano l’aristocrazia torinese legata ai Savoia, concentrata nei palazzi di via della Rocca e di piazza Maria Teresa il giorno dopo la vittoria del Si al referendum Repubblica-Monarchia. Per anni li vidi passeggiare senza meta, fantasmi elegantissimi e profumati, discreti.

Buona fortuna e lunga vita, cara Italia.

Comments are closed.

Un difetto di produzione è stato scoperto sulla fusoliera dei cacciabombardieri Eurofighter Typhoon e sono in corso verifiche per valutare se potrebbe teoricamente causare in futuro problemi strutturali, limitazioni o riduzioni della vita operativa del velivolo. Non sembra esserci alcun impatto immediato sull’impiego dei velivoli presso le forze aeree di Italia, Spagna, Germania, Gran Bretagna, Austria e Arabia Saudita che mantengono pienamente operative le loro flotte. Benché non siano stati riscontrati immediati di sicurezza preoccupa il rischio che il difetto nella fusoliera possa limitare la vita utile del velivolo. Germania, Spagna e Italia hanno sospeso l’accettazione dei nuovi aerei in consegna, mentre Arabia Saudita e Regno Unito continuano a ricevere i nuovi velivoli in produzione.

“Questo temporaneo problema di fabbricazione non ha avuto alcun impatto sulle ore di volo assegnate dalla Royal Air Force alla flotta di Typhoon che sta continuando le normali operazioni” ha riferito un portavoce del Ministero della Difesa britannico.

L’ amministratore delegato di Eurofighter GmbH, Alberto Gutierrez, ha dichiarato che il consorzio sta “affrontando attivamente un problema di qualità di recente scoperta riguardante uno dei processi di fabbricazione utilizzati durante l’assemblaggio della fusoliera posteriore dell’Eurofighter Typhoon”.

Il problema riguarderebbe il trattamento di finitura utilizzato su un piccolo numero di fori per i bulloni utilizzati nell’assemblaggio della fusoliera posteriore. Questo lavoro è stato eseguito dalla britannica BAE Systems, responsabile per la lavorazione dei fori non de-sbavati secondo gli standard specificati.

Il difetto di fabbricazione è già stato risolto per gli esemplari di nuova produzione ma il Consorzio Eurofighter sta valutando se il problema avrà un reale impatto sui velivoli già in servizio. Fonti aziendali appaiono sicure che non ci sarà alcun impatto a lungo termine del problema ma una fonte del Ministero della Difesa tedesco ha detto a IHS Jane che la “il deficit di qualità potrebbe rappresentare in futuro una fonte di carenze strutturali”. I primi risultati delle verifiche tecniche e dei test in corso saranno disponibili a metà del 2015.

Foto Eurofighter/Luigino Caliaro, Royal Air Force

A Kabul demoliscono i G-222

Patriot PAC-3 per l'Arabia Saudita

La redazione di Analisi Difesa cura la selezione di notizie provenienti da agenzie, media e uffici stampa.

Giangiacomo Feltrinelli Editore © 1999-2015 PI 04628780969